Sito Epatite C
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

epatite b

domanda: buonasera, rivolgo a voi un quesito perché vorrei capire se il mio medico curante sta sottovalutando la situazione oppure è davvero così. ho appreso, attraverso esame hbv metodo chemiluminescenza hbv reflex i seguenti valori: antigene hbs (au) qualitativo reflex = negativo; anticorpi anti hbs (hbsab) reflex= 70; anticorpi anti hbc (hbcab) totale reflex: positivo; ast got =23; alt gpt =30. non ho mai fatto vaccino infatti a luglio 2016 i valori erano tutti negativi e hbsab =1. è chiaro che sono entrato in contatto con il virus, ma non so se sono guarito, se sono immune, se posso infettare partner, se questo virus ha provocato danni al fegato. insomma il mio medico mi dice sei immune e non bisogna fare altro. neanche un controllo? ripetere le analisi fra qualche mese? insomma mi date un parere per favore? grazie anticipatamente. risposta: buonasera lei e' immune , avendo anticorpi anti hbs superiori a 10 .... non ha attivita' del virus quindi non ha potere infettante e per cio' che concerne i controlli ematici, senza variazioni cliniche di rilievo, puo' iniziare a farli semestrali e poi valutarne l' andamento per passare poi a dilazionarli nel tempo l. rota s. fagiuoli inannzitutto grazie per la gentile risposta. le chiedo un'ultima cosa. mi consiglia controlli semestrali e poi a seconda dei risultati, magari dilazionati nel tempo perchè?: 1. ci possono essere stati danni al fegato pur non risultando nulla dalle analisi? 2. pur essendo immune può aggravarsi con il tempo il mio fegato? ovvero, il fatto che sia stata acuta? non significa che in futuro ci possa essere una riattivazione e quindi un danneggiamento del fegato? grazie anticipatamente
L. RotaS. FagiuoliStaff Sanitario USC Gastroenterologia, Epatologia e Trapiantologia
ASST Papa Giovanni XXIII Bergamo

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

buongiorno il suggerimento a controlli più ravvicinati e' da correlarsi alla diagnosi recente di epatopatia,se ne valuta l'andamento poi si prosegue con normale follow up che confermi la sua immunità data dal titolo anticorpale e la negatività del virus

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione