Sito Epatite C
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

epatite c

transaminasi alte e urine scure
salve riformulo la domanda (non riesco a trovare l'id precedente) a metà febbraio 2012 mia figlia mi ha passato la varicella (ho circa 40 anni),il medico di base mi ha prescritto tachipirina e zirtex, dopo 10 gg sono finito in ospedale per cerebellite (ricoverato in una camera con un malato di epatite c contagiato da trasfusione post incidente stradale),nei 6 gg di ricovero mi hanno somministrato 3 flebo al giorno con l'aciclovir e 2 1/2 flebo di mannitolo (durante una notte un infemiere invece di somministrarmi 1/2 flebo quindi 250 ml di mannitolo me la fece intera dicendo che non sarebbe successo nulla) a metà marzo ho ripreso a lavorare lamentando solo stanchezza generale, a inizio aprile avevo problemi all'occhio dx, riscontrata sieropatia centrale tramite oct e contemporaneamente urine scure e mal di schiena (pensavamo fossero i reni o la prostata) il 27/04 ho fatto esami completi del sangue da cui i risultati + eclatanti erano transaminasi altissime: got 580 gpt 1310, di nuovo in ospedale pensavano a epatite a (sono vaccinato per la b) nei 10 gg di ospedale a maggio le transaminasi sono scece regolarlemente fino a 283 e 643 il test hcv-rna qualitativo è risultato positivo e il quantitativo era = 234000 secondo voi è possibile un epatite c post varicella, un falso positivo, potrei essere stato contagiato a febbraio in ospedale? che esami dovrei fare subito per eliminare tali dubbi,mi parlavano di alfa fetoproteina... l'unica terapia che mi hanno dato alle dimissioni è riposo e una bustina al giorno di ripagen epa, posso prendere già qualche medicinale per immunizzare la epac o devo aspettare 10/12 settimane come mi dicevano in ospedale? grazie e buona giornata pako
Dott.ssaG.MaginiMedico Specialista in Medicina Interna Ospedali Riuniti Bergamo

non è un falso positivo. gli esami depongono per una infezione acuta o riacutizzata da hcv. non è da mettere in relazione alla varicella mentre può essere messa in relazione con i ricovero o il recente stato di 'debilitazione'. è tuttavia impossibile datare la infezione (il contagio potrebbe essersi verificato prima ed essere decorso in modo asintomatico). in caso di infezione acuta è indicato il trattamento precoce con interferone perchè questo ha un alta probabilità di successo. in caso di infezione riacutizzata la indicazione alla terapia va valutata da caso in caso. è indicata una valutazione epatologica.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione