Sito Epatite C
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

cura epatite b

transaminasi elevate
alt 735 pt68 venti gg fà
alt 520 dopo 5gg
alt 283 pt 78 dopo 6 gg
buongiorno dottore. mio marito è affettto da epatite cronica b da circa ventidue anni. già entrato in terapia con interferone alfa per ben tre volte. nell'ottobre 07 inizia peginterferone (pegasys 180mg) e lo sospende nel febbraio 09 per negativizzazione del virus. ora cosa succede? c'è in atto una nuova infezione? sono terrorizzata dalla possibilità che subentri una epatite c che possa avere conseguenze di cirrosi o peggio ancora. cosa può fare oltre a essere monitorato con gli esami clinici? la guarigione sò che è impossibile, ma almeno rallentare il decorso della malattia, ci sono terapie nuove? ha solo 50 anni e ancora una vita da vivere. la ringrazio per la risposta.
Dott.ssaL.PasuloMedico Specialista in Malattie del fegato e del Ricambio Ospedali Riuniti Bergamo

premesso che il virus b non può trasformarsi in c e viceversa, può essere che il virus b si sia riattivato e abbia dato luogo ad una riacutizzazione dell'epatite b. si rivolga ad un epatologo: oltre all'interefrone ci sono diversi farmaci antivirali orali che sono molto efficaci, non si preoccupi

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione