Sito Epatite C
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

domande

nessuno
buongiorno dottore. dopo alcuni mesi con viremia hbv altalenante (sembrava si stesse abbassando) ho fatto ancora le analisi e il virus è ancora li ma al momento non sta facendo danni al fegato. ho iniziato cosi' la terapia. il mio medico mi ha sconsigliato di intraprendere la strada con l'interferone perché in questo tipo d'infezione da scarsi successi. ho iniziato cura con entecavir(baraclude)compressa orale. mi da solo sonnolenza. ho 1% di eliminare il virus. anche qui il medico di ha dato scarse possibilità di guarigione. al momento niente terapia hiv cd4 superiori a 900,viremia bassa.se non avessi avuto una coinfezione le possibilità di espellete il virus hbv sarebbero state maggiori.domanda. non accrà mai quindi che possa guarire? ho paura di diventare giallo. con interferone la possibilità di guarigione era sotto il 10%. in futuro prendendo la terapia orale non potro' piu' curarmi in questo modo?che aspettative di vita ho?ultime ma non meno importanti.sto evitando di toccare bambini (in famiglia sono nati alcuni cuginetti) e cerco di non fargli venire in casa mia. ho un po' paura di contagiarli. questo è possibile?
Dott.ssaA.GrisoliaMedico specialista in Malattie Infettive.
AO Papa Giovanni XXIII Bergamo

gentile utente la invito a riforumlare la domanda in quanto non mi è chiara al sua attuale situazione specie in merito alla terapia. per quanto riguarda il rischio di contagiare altre persone non è possibile farlo con il semplice contatto fisico. il virus si trasmette con l'utilizzo in comune di oggetti taglienti, il contatto diretto con sangue e con i rapporti sessuali. cordiali saluti

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione